• XL TEAM

News | Le GMP cosmetiche, audit interni strumento fondamentale


Parola d’ordine: qualità


Le GMP cosmetiche (Good Manufaturing Practices) sono le linee guida da seguire per le buone pratiche di fabbricazione dei prodotti cosmetici. La norma di riferimento internazionale per le GMP è la ISO 22716:2007 e definisce per l’appunto le linee guida da seguire per le fasi di produzione, controllo, immagazzinamento e spedizione dei prodotti cosmetici.

La gestione di un buon sistema di qualità in accordo con le norme GMP ISO 22716 prevede che si mettano in atto controlli continui e periodici sulla tenuta di tutte le procedure aziendali.


Gli audit interni sono uno strumento molto utile per verificare a cadenza regolare il funzionamento dei processi interni e portano, confrontandosi con le figure del personale interessate, a individuare aree dove è possibile intervenire per migliorare l’intero processo e raggiungere obiettivi di qualità sempre maggiori.


Praticamente, un audit interno serve per verificare che le cose stiano effettivamente come si suppone che debbano stare e per focalizzare l'attenzione sulle aree che appaiono più problematiche che non erano emerse nella quotidianità del lavoro.


Ci si può affidare a un consulente ISO 9001 esterno, soprattutto nel caso in cui un'azienda non abbia personale interno addestrato allo svolgimento degli audit interni o non si possa assicurare l'indipendenza.


Se siete interessati a valutare la vostra realtà

o ad approfondire la tematica non esitate a contattarci.


Alessandra Perini

perini@xlteam.it

335 774 7884

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti